Pulizia parquet: prevenire è meglio che curare

Pulizia parquet: prevenire è meglio che curare
3 Aprile 2018

Il parquet è un pavimento difficile da pulire e mantenere in forma?

Da sempre si dibatte su questo falso mito: in realtà, se pulito regolarmente, qualunque pavimento il legno conserva le sue belle caratteristiche e qualità inalterate per molto tempo.

Cosa è fondamentale quindi? Prendersene cura in modo consapevole.

Le caratteristiche d’etichetta di una manufatto

La manutenzione e la pulizia di un parquet dipendono strettamente dall’uso  che ne si fa e dalla sua finitura (vernice, cera o olio). Secondo la legge n°126 del 10/04/1991 ogni materiale e manufatto posto in vendita deve essere riconoscibile e identificabile.

 

Anche un pavimento in legno deve essere accompagnato da una Scheda prodotto che informa il cliente su:

  • nome del produttore
  • materiale di cui è fatto
  • presenza di sostanze che possono danneggiare le persone, gli animali e l’ambiente
  • informazioni sulle sue pulizia e manutenzione

Nel caso di parquet, un’altra importante condizione da rispettare è il grado di umidità dell’ambiente che lo ospita: dal 45% al 60%, percentuale ideale anche per le persone che vivono in ambienti indoor.

Manutenzione parquet in base a uso e finiture

Prima di intervenire in pulizia e manutenzione del parquet in legno deve essere chiara la sua intensità d’uso e il tipo di finitura: infatti non solo da quest’ultima dipende l’invecchiamento del pavimento, ma anche la tecnica di manutenzione.

Per un parquet verniciato la manutenzione ordinaria consisterà in spolveratura, pulizia e nuova lucidatura; l’esecuzione dipende esclusivamente dall’uso del pavimento, non particolarmente vecchio.

Nel caso di manutenzione straordinaria invece si parla di levigatura, utilizzando carta abrasiva.

Nel caso di parquet rifinito a cera, il procedimento è leggermente diverso. Anche in questo caso, in fase di manutenzione ordinaria, si procede con spolveratura, pulizia e levigatura a seconda dell’uso del pavimento. La manutenzione straordinaria consiste nella nuova applicazione di cera che segue la pulizia con panno umido e un solvente per cera. Dopo la cera si procede con la lucidatura del parquet.

In ultimo caso, per parquet finiti a olio, la pulizia segue lo stesso procedimento delle superfici verniciate; successivamente si applica una cera liquida per parquet trattati a olio; infine si può scegliere di utilizzare una lucidatrice o un panno di fibre naturali.

Unica attenzione da porre in caso di superfici trattate a olio e cera è non eccedere con l’utilizzo di acqua e cera liquida che hanno effetto sbiancante. In caso di superfici molto usurate è sempre buona regola rivolgersi a esperti e professionisti, per una coccola al parquet e un gesto d’amore e pulizia che lo riporterà al suo solito ed elegante splendore.

Ultime news

Mer, 18/04/2018
Sei un tipo shabby chic? Se sei una persona creativa, che ama il bricolage e il fascino dello stile rètro...
Sei un tipo shabby chic? Proprio come il tuo parquet
Mer, 21/03/2018
Se ami l’antiquariato e il lusso, se ti affascinano le decorazioni ricche e le lavorazioni artigianali, l...
A spine e quadrotte: il tuo parquet arreda ambienti classici
Mer, 7/03/2018
Non sai quale parquet s’intona meglio con il tuo arredamento di casa? Scegliere il colore di un pavimento...
Parquet a colori: guida alla scelta

Contattaci

Via dell’Areonautica, 4
24035 Curno (BG) - Italia

+39 335 7724374

info@intesaparquet.it

Seguici sui social 

Non perderti nessuna news

18
Apr

Sei un tipo shabby chic? Se sei una persona creativa,...